Inferno Run: il resoconto

Giornata molto solare, temperatura ottima, location stupenda immersa nelle campagne toscane tra Pisa e Livorno.

Partiamo un pò acciaccati, Santino con un risentimento muscolare, Simone con un brutto raffreddore e Jacopo non al meglio della forma e dell’entusiasmo.     Gara quasi totalmente pianeggiante, ostacoli e difficoltà delle prove molto migliorate rispetto l’anno precedente, alcuni ostacoli erano molto simili alla più celebre Spartan Race rendendo la gara più interessante anche per il pubblico.                                                                                                       Alla fine Santino, dopo un buon inizio, si blocca a metà percorso, finendo la gara con non poche difficoltà; Simone, dopo un inizio di gara molto difficoltoso per via del suo stato di salute, si riprende abbastanza in fretta e conclude con un buon risultato, stessa cosa per Jacopo, che dopo un inizio di gara a rilento, si riprende e finisce in formissima. Da rivedere a parer nostro il regolamento sulle penalità. Sentendo anche altri atleti è stato un argormento di discussione. Praticamente se non si superava l’ostacolo venivano attribuiti 4 minuti di penalità al tempo di gara ottenuto. La differenza è che a differenza delle Spartan per esempio, qui si poteva provare l’ostacolo più volte.

Voi che ne pensate? meglio i burpees? Noi in qualunque caso siamo per il comportamento sportivo dell’atleta.

Questi i risultati

La Gallery

 

About the Author

By admin7594 / Administrator, bbp_keymaster on Mag 19, 2016