La nostra prima doppia Spartan giornaniera: La Super

Sabato 11 giugno 2016.Partiamo alla volta di Milano con le previsioni meteo che danno pioggia e temporali per tutto il giorno, mentre, fortunatamente, si rivelerà una giornata molto bella e solare.

Affrontiamo per la prima volta 2 gare in un giorno, la super la mattina e la sprint al pomeriggio, intanto eccovi la cronaca della prima.

Corriamo come al solito nella categoria Elite e in più riusciamo pure a partire a ridosso della linea di partenza, davanti a tutti.

Inizia il countdown e la tensione sale sempre di più, una volta partiti il primo ostacolo è una pozza d’acqua e fango ed è li che molti, per farsi strada, spingono e sgomitano creando un pò di caos e mettendo in difficoltà alcuni atleti.

I primi 10 km si sono svolti quasi interamente in un bosco molto fitto di vegetazione, con parecchi sali e scendi, alcuni molto fangosi e qualche ostacolo, tra cui la Slack Line, una striscia di tessuto tesa tra due pioli e tenuta a circa 10 cm dal terreno, dove lo scopo è quello di superarla restando in equilibrio, ed è proprio qui che Simone paga i primi e soli burpees della giornata, mentre Santino e Jacopo la superano agevolmente.

Gli ultimi 5 km della corsa si sono svolti invece in un tracciato con salite e discese ripidissime, con catene e tronchi d’albero da portare a spalle e tanti ostacoli di forza uno dietro l’altro, tra cui il Rope Climb e il Monkey Ring, e per finire un lunghissimo percorso di fango con il filo spinato, proprio prima dell’arrivo.

Per quanto riguarda la nostra prestazione, Simone gestisce bene la gara dal punto di vista fisico e mentale, sbagliando solo un’ostacolo e ottenendo uno strepitoso piazzamento. Jacopo parte molto bene, per buona parte della gara non sbaglia nessun ostacolo, mentre verso la fine, per colpa di un calo di lucidità e forza mentale, rallenta e sbaglia la lancia, arrivando comunque non molto lontano dal compagno;  Santino parte molto bene, gestisce bene la gara, ma verso la fine, sopraggiungono i crampi, che lo fanno rallentare parecchio facendogli perdere moltissime posizioni incrementate dai burpees alla lancia, unica penalità pagata. Questi i risultati comunque soddisfacenti visto il livello

Organizzazione impeccabile, percorso della gara e ostacoli molti duri e impegnativi, tanta musica e tantissima gente che sempre di più si avvicina a questo sport.

Unica nota negativa le docce, con poca acqua e limitate per il gran numero di partecipanti. Sono sempre di più gli amici spartani che incontriamo frequentemente alle gare e cou cui ne condividiamo le emozioni, molti del quale del gruppo Italian Spartans a cui siamo stati aggregati dalle splendide Anja Pilz e Ivana Virgilio.

LA GALLERY DELLA SUPER

About the Author

By admin7594 / Administrator, bbp_keymaster on Giu 16, 2016