Prima TRIFECTA conquistata, Morzine tanta roba

Partiamo verso il campo gara con il meteo sfavorevole e molta tensione per tutto quello che ci aspetta: oltre 21km con un dislivello di 1300mt!
Una volta partiti, la gara si districa tra una parte di bosco quasi pianeggiante e un torrente gelido con una corrente fortissima e sassi molto scivolosi, a seguire una serie di ostacoli, un tronco da trasportare nel torrente, filo spinato in un tratto d’acqua fredda, filo spinato all’interno del bosco, atlas stone da trasportare, giavellotto e alcuni ostacoli di equilibrio, tutto questo in pochi km!
Usciti dal paese inizia la salita,  veramente dura dove in 2km saliamo di quasi 900mt e al nostro fianco degli enormi pali che sostengono le seggiovie.
A metà salita, in una parte pianeggiante troviamo un’altro ostacolo di equilibrio e poi si sale ancora per diversi km; in un contesto paesaggistico stupendo, attraversiamo, aiutati da un cavo d’acciaio, un laghetto di montagna e qui inizia una parte di discesa fino ad arrivare alla parte più dura di tutta la gara: il sandbag carrying….un sacco pieno di sabbia del peso di circa 20kg da trasportare per circa quasi 2 km, prima in una leggera salita, poi in discesa e infine in una lunga e ripida salita.
Abbiamo superato circa metà del percorso, incontriamo catene nautiche da trasportare, muri di legno alti 3mt da superare, gomme di trattore da ribaltare e altre da trascinare…arriviamo finalmente nel centro di Morzine, dove una folla gremita ci incita e ci da coraggio, superiamo ancora il torrente, il cargo e come ultimo ostacolo il multi rig/monkey bar.
Le prestazioni dei singoli:
Jacopo con una grande prova di forza fisica e mentale, porta a casa un incredibile risultato, lasciandosi alle spalle alcuni atleti d’elite, sbaglia poco, gestisce molto bene tutta la gara, paga solo 90 burpees di penalità causa l’intensa pioggia che ha condizionato alcuni ostacoli;
Simone parte subito male sbagliando già nei primi 3 km ben tre ostacoli che gli costano 90 burpees, arrivato a metà salita sbaglia ancora un’ostacolo di equilibrio e i burpees diventano 120, da li la gara per lui si fa tutta in salita in tutti i sensi, all’ultima prova sbaglia per un niente il monkey bar raggiungendo i 150 burpees di penalità e finendo la gara sfinito;
Santino come Simone, sbaglia molto, anche per lui i burpees alla fine saranno 150, paga molto nelle salite soprattutto in quella dove c’era da trasportare il sacco, deve ancora migliorare molto sotto l’aspetto della forza.
Per concludere, una gara difficilissima, al limite dell’estremo, dove la montagna l’ha fatta da padrone, esigendo molto rispetto, non dimenticheremo mai il calore del pubblico, sempre pronto a urlare ed incitarti e di tutti gli atleti pronti sempre a darti una mano e ad incoraggiarti!
Unica nota negativa, la solita antisportivitá di alcuni atleti, alcuni molto conosciuti nell’ambiente, che non rispettano le penalità (30 burpees) falsando la prestazione ed il risultato finale…Questi i risultati.

Ecco la GALLERY

 

About the Author

By admin7594 / Administrator, bbp_keymaster on Lug 07, 2016