ORTE RIVELAZIONE ASSOLUTA DELLE SPARTAN RACE

 

 

 

 

 

 

 

 

Per il terzo anno consecutivo la Goduria si appresta a gareggiare in una delle Spartan Race più belle a livello nazionale, quella di Orte.

La mattina della gara siamo tutti un pò nervosi e ansiosi, c’è chi viene da un lungo infortunio, chi invece si è allenato per mesi e vuole dare frutto a tutte le fatiche fatte. Ci aspetta una super da 13 km e più. Prima vera gara ufficiale della nuova stagione e nuova divisa ufficiale.

Il tempo, fortunatamente, regge e una volta fatte le foto e video di rito partiamo alle 9.00, batteria Elite, subito si presenta una bella salita che mette subito in difficoltà e dopo aver fatto le pozze di fango e i soliti muri altri 3mt iniziamo a salire sulla città vecchia di Orte, dove ci aspetta la corda che tutti i componenti del team eseguono brillantemente.

Dopo la lunga e ripida discesa iniziamo a correre in mezzo a cascine, campi incolti, torrenti con acque freddissime, ci imbattiamo in un filo spinato all’interno di un torrente, verso la fine della gara il percorso si fa molto collinare, in alcuni tratti abbiamo tronchi, sacchi e secchi pieni di ghiaia da trasportare, arrivati al campo gara mancano solo gli ultimi ostacoli, tra cui il multi rig, il cargo e l’immancabile filo spinato nel fango.

La gara dei ragazzi, partiamo da Elisa, nuovo componente della squadra, parte con una buona preparazione a livello di forza e resistenza ma poco per quanto riguarda la corsa, durante il persorso paga 120 burpees e conclude con un tempo rispettabilissimo, 20esima Elite e 11esima di categoria d’età;

Santino, dopo un lungo infortunio e con pochi allenamenti sulle gambe, prende la gara come test per verificare che tutta la fisioterapia svolta abbia dato i suoi frutti e difatti fa la sua gara, senza problemi e dolori, da sempre il 100% come sempre e conclude 131esimo Elite e 36esimo per categoria d’età;

Simone invece vuole vedere i lunghi mesi di preparazione e nonostante le salite l’abbiano messo in difficoltà, nei tratti poaneggianti va forte, sbaglia pochissimo, solo 30 burpees alla lancia, e conclude con un buon tempo, 34esimo Elite e 10° per categoria d’età.

La gara nel complesso è stata bellissima, abbiamo incontrato gente fantastica e amante dello sport, quello sano, ma come al solito si sono viste le solite scene dove persone che si atteggiano ad atleti di livello, non eseguono tutti e trenta i burpees di penalità.

Nel pomeriggio abbiamo corso la gara sprint con il gruppo di Italian Spartans capitanato dalle due admin Anja e Ivana, che in pochissimo tempo sono riuscite ad organizzare due apposite batterie con la divisa studiata da loro e prodotta dalla Kpulse, azienda vicentina in costante crescita grazie anche all’audacia di Michele Grisoni, l’uomo più richiesto dal gruppo negli ultimi due mesi supportato dal grafico Crisian Ceretta. Un grazie speciale va anche a loro!

About the Author

By admin7594 / Administrator, bbp_keymaster on Mag 04, 2017